Arisa nuda su Instagram, è polemica. Lei risponde così

Arisa è cambiata, non è più l’artista che abbiamo conosciuto ai tempi di Sincerità. Ma, forse, dovremmo dire che Arisa è maturata, insieme agli anni e alla consapevolezza che ha raggiunto. La ricerca dell’accettazione l’ha condotta a riscoprire delle parti di sé che non aveva mai saputo apprezzare, o che forse non aveva mai nemmeno conosciuto, per paura di rimanere chiusa nel suo involucro. La cantante, nuda su Instagram, è stanca delle polemiche e degli attacchi. E non ha intenzione di trattenersi più.

Arisa, le polemiche per la nudità su Instagram

La comunicazione attraverso il corpo non è più la stessa. Nel corso di pochi decenni tutto è cambiato. Arisa lo sa bene, lo ha compreso e ha fatto una scelta – coraggiosa – che è quella di mostrarsi senza veli su un social, Instagram, che spesso diventa il luogo virtuale “perfetto” per polemiche e attacchi. Dopo aver condiviso la sua foto, in cui è nuda ancora una volta, le critiche non sono mancate.

“Credo che la foto sia un po’ troppo ritoccata. Sarebbe bello accettarci così come si è“. O ancora qualcuno ha commentato: “Perché fare vedere un fisico scultoreo che non hai?” Non è mancata neppure qualche critica dei suoi fan storici: “Io ti adoro veramente, ma ti sei sempre mostrata senza timore per quello che sei, ora invece ti stai unendo pian piano alla massa“.

La risposta alle critiche

Ma il senso delle sue foto non è mostrare un corpo. Arisa ha espressamente parlato di un termine che conosciamo bene: renaissance, rinascita. “Sono tutte le donne: perché ogni donna nasconde l’Universo dentro di sé e tutti ne siamo parte”. Ma non è esclusivamente questo. “E sono anche un uomo, perché una donna sola in una società ancora tanto retrograda e maschilista deve imparare a esserlo”.

Una dichiarazione forte, che offre un punto di vista importante: “Una donna deve essere forte e rude, capace di combattere il più becero machismo e l’incomprensione da parte di alcune altre di Noi, senza mai perdere la propria femminilità, continuando ad amare. E non trovo nulla di sbagliato in questo”. E ha continuato a mostrarsi, a condividere video della sua quotidianità, a raccontare se stessa, senza polemica. Per lei non contano solo le parole, ma anche video e immagini.

Il rapporto con il suo corpo

Arisa non ha mai nascosto di aver dovuto faticare per accettarsi. Il suo è stato un percorso lungo, che ha richiesto impegno e sacrificio da parte sua. “Ho pensato di sottrarmi alla vita“, ha detto una volta. “Fisicamente mi piacerebbe essere un’ermafrodita, una cosa è di testa e una cosa è fisicamente”. Solo il tempo ha potuto darle una mano, ma soprattutto il suo desiderio di cambiamento, di rinascita.

Finalmente è riuscita a trovare il suo posto nel mondo, nonostante tutto. Perché per accettarsi, diciamocelo, ci vuole anche un po’ di fegato. E l’artista ha dimostrato ancora una volta di non voler lasciarsi abbattere dalla narrazione scontata che la vorrebbe per sempre legata al suo passato. Oggi è nata una nuova Arisa. Perché, come ha scritto Gabriel Garcia Marquez, non veniamo al mondo un’unica volta, ma la vita ci costringe a rinascere. Per trovare noi stesse.

Circa Redazione

Riprova

Tartaglia Arte: alla Valle dei Templi di Agrigento un Giardino Sensoriale visitabile con olfatto, tatto e gusto

Coinvolgerà tutti e cinque i sensi – vista, olfatto, tatto, gusto e udito – il …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com