Gli impianti della fabbrica Ilva di Arcelor Mittal a Taranto, 15 novembre 2019. ANSA/DONATO FASANO

Arcelor Mittal offre un miliardo per lasciare

ArcelorMittal avrebbe proposto al governo la risoluzione definitiva di ogni rapporto sulla vicenda ex Ilva mettendo sul piatto il pagamento di un miliardo di euro per lasciare gli impianti a Ilva entro aprile. Lo scrivono alcuni quotidiani che parlano di una lettera che sarebbe stata inviata dalla multinazionale al Mise. Il governo, invece, chiederebbe circa il doppio della somma offerta.

  Alla cifra ArcelorMittal arriverebbe mettendo assieme i 500 milioni per lo svuotamento del magazzino, la fideiussione di 90 milioni intestata a favore dell’Ilva a garanzia del pagamento dei canoni di fitto (15 milioni al mese), la rinuncia agli investimenti ambientali finora sostenuti (altri 400 milioni). La cifra non corrisponderebbe alle richieste del governo che pretenderebbe dalla multinazionale altri 850 milioni: le mancate manutenzioni per 350 milioni e la penale per la risoluzione anticipata del contratto (altri 500 milioni).

In attesa di conferme o smentite su queste ipotesi, sullo sfondo restano in tutta la loro drammaticità i temi dell’inquinamento, della salute e del lavoro. Sui social e sul web i video e le foto di venerdì notte (6 dicembre 2019), mostrano Taranto schiacciata da una inquietante coltre di fumo proveniente dalle ciminiere del centro siderurgico.

La prossima settimana si annuncia intensa per la vertenza ArcelorMittal. Domani, infatti, le parti dovrebbero tornare ad incontrarsi. Martedì c’è lo sciopero generale proclamato da Fim, Fiom, Uilm, con manifestazione nazionale a Roma. Per venerdì 13 dicembre è attesa la decisione dei magistrati sulla facoltà d’uso dell’altoforno 2. Esattamente una settimana dopo, il 20 dicembre, si discuterà il contenzioso civile dinanzi al tribunale di Milano. Ma chissà se per quella data ArcelorMittal sarà ancora in Italia.

Circa Redazione

Riprova

Tendenza meteo: fasi instabili a tratti fresche ad oltranza, fin dopo il 1° Maggio

TENDENZA MEDIO TERMINE 19-25 APRILE: a livello europeo il setup barico non subirà sostanziali differenze …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com