Arabia Saudita. Uomo decapitato e crocifisso per stupro e omicidio

Un cittadino dello Yemen, è stato decapitato e crocifisso a Jizan, nel sud dell’Arabia Saudita. Contro Mohammed Hussein, l’accusa di stupro e quella dell’uccisione del pachistano Patcheh Said Khan. La legge islamica prevede la crocifissione per i responsabili di gravi crimini. L’esecuzione fa salire a 28 il numero delle persone giustiziate in Arabia Saudita dall’inizio dell’anno. Nel 2012 sono state decapitate 76 persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com