Ancora scandalo dalla ginnastica, Ferrari scippata del bronzo

Vanessa Ferrari ai piedi del podio. Che peccato! Che scandalo! Che vergogna!Poteva veramente arrivare una medaglia per un grande talento della ginnastica, immenso, ma veramente sfortunato negli ultimi anni. Lasciatemelo dire, questo maledetto legno fa male, almeno come quello della Cagnotto, ed ancora una volta i giudici non ci premiano, o meglio, forse giudicano troppo alte leprestazioni altrui.La maledizione dell’Olimpiade: falcidiata dagli infortuni a Pechino, vittima di una garastramba qui a Londra.Quarta, con lo stesso punteggio dellaterza (dietro solo per i punti di esecuzione), è stata una delle poche incapaci di migliorarsi dalla qualificazione alla finale. E sia ben chiaro non per colpa sua.Chiude con 14.900, unesercizio che valeva almeno uno o due decimi di più;che beffa dietro la Raisman (giustamente), alla Ponor e alla Mustafina (premiate a dismisura dai giudici). Un’altro scandalo delle giurie, che francamente stanno rovinando la ginnastica (caso del Giappone nelle prova a squadre e medaglia negata a Busnari nel cavallo con maniglie), ancora lacrime per Vanessa, una campioncina che meritava più rispetto, più apprezzamento, non si può perdere un’altra medaglia così; la Cagnotto per venti centesimi di punto, Ferrari con gli stessi punti della terza, ed un’esibizione migliore. Si, decisamente migliore. Senza esitazioni o dubbi, ci hanno scippato un’altra medaglia. Ora sarà difficile rialzarsi ancora, ma come ci siamo abbracciati simbolicamente alla Cagnotto, chiediamo anche a lei di non mollare, di proseguire, perchè prima o poi lo sport ti rende quello che a volte ingiustamente, o al momento inspiegabilmente ti toglie.

Alessandro Ciampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com