Anci: l’Imu strapperà ai comuni 2,5 mld

L’Imu toglierà ai comuni 2,5 miliardi. E’ quanto calcola l’Ifel-Anci in un rapporto sul federalismo fiscale presentato oggi a Frascati. Nello studio si evidenzia  come quest’anno vi saranno consistenti tagli ai trasferimenti. “Le maggiori entrate proprie per 3,2 mld dovute al saldo tra la nuova Imu (12,4 mld) e la soppressa Ici (9,2 mld) dovrebbero essere esattamente compensate con un corrispondente taglio dei trasferimenti pari a 5,7 miliardi”.

Dunque, secondo la ricerca, se lo Stato guadagnerà con la reintroduzione dell’ Imu oltre 13 miliardi, i Comuni perderanno risorse per quasi il 30% della precedente ICI. Secondo quanto emerge dal rapporto,  l’attribuzione di una ampia leva fiscale ai Comuni dà vita ad un’errata percezione della responsabilità fiscale tra i diversi livelli di governo. I Comuni che non varieranno l’aliquota saranno costretti ad effettuare interventi sul versante della spesa (o delle altre entrate) per un ammontare di risorse pari a circa il 30% dell’Ici La sola compensazione dei tagli vale oltre 1 punto dell’aliquota standard Imu per gli immobili diversi dall’abitazione principale (più di un terzo della leva complessiva).

Inoltre a peggiorare la situazione dei Comuni, la pressione finanziaria a causata dall’incremento degli obiettivi di Patto di Stabilità per circa 1,4 miliardi, disposto dalle manovre dell’agosto 2011.

Una situazione denunciata con toni forti dal presidente dell’Anci, Graziano Delrio: “Chiediamo al governo di cambiare quanto prima l’Imu; il rischio è che possano scoppiare delle tensioni sociali nel nostro Paese dopo il pagamento della prima aliquota . Al governo chiedo di mettere mano fin da subito all’Imu e al patto di stabilità perché si rischia un tracollo degli investimenti nel nostro paese, che già al momento sono in calo di circa un terzo rispetto ad un anno fa”, ha  concluso  Delrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com