Amministrative. Il Pd vince a Firenze, Bari e Bergamo. Il Centro destra tiene, il M5S perde ovunque

Il centrosinistra regge all’onda d’urto del vento sovranista e si riafferma nelle principali città chiamate al rinnovo dei consigli comunali. Firenze, Bergamo e Bari restano nelle mani di Nardella, Gori e Decaro, eletti al primo turno. Il centrodestra conferma i sindaci uscenti a Perugia e Urbino e va al ballottaggio a Livorno, teatro dell’ennesima disfatta elettorale del Movimento 5 Stelle, che lascia la guida del comune e lotta per il terzo gradino del podio. Vince al primo turno a Pavia, Pescara e Vibo Valentia. Ciriaco De Mita, alla veneranda età di 91 anni, compie l’ennesimo capolavoro e si riconferma sindaco di Nusco.

A Firenze, Dario Nardella ottiene la rielezione senza passare per il secondo turno. Il vantaggio sullo sfidante di centrodestra, Ubaldo Bocci, espressione della Lega di Matteo Salvini, è molto ampio 57% contro il 24% quando al termine dello spoglio mancano poche sezioni.

A Bari, il sindaco uscente, Antonio Decaro, presidente anche dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani, ha un vantaggio considerevole, circa il 65% dei consensi, contro il 24 del rivale Pasquale Di Rella, sostenuto da tutti i partiti del centrodestra. Uno svantaggio irrecuperabile anche se mancano ancora i dati di decine di sezioni da scrutinare. Dunque vittoria al primo turno più che certa. Ininfluente, invece, Maria Elisabetta Pani del M5S, ferma sotto il 10%.

Bergamo rappresentava il test più difficile perché Giorgio Gori si è dovuto scontrare con il leghista Giacomo Stucchi, parlamentare di lungo corso ed ex presidente del Copasir nella scorsa legislatura. I dati ufficiali incoronano, al primo turno, il sindaco uscente del Pd.

A Perugia il centrodestra si conferma e vince per la seconda volta consecutiva con il sindaco uscente, Andrea Romizi. Il distacco dall’avversario, il candidato del centrosinistra Giuliano Giubilei, è ampio: 60 a 26.

A Pesaro, Matteo Ricci resta sindaco, vincendo sullo sfidante di centrodestra, Nicola Baiocchi, al primo turno. L’esponente del Pd ottiene il 57% dei consensi.

Anche le amministrative segnano una sonora sconfitta per il M5S. A Livorno è fuori dai giochi e resta in corsa solo a Campobasso, dove si gioca con i democratici la possibilità di andare al secondo turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com