epa08779716 An undated handout photo made available by NGO Red Amazonica de Informacion Socioambiental Georeferenceda (RAISG) shows mining activity in the National Park (Parna) Jamanxim, Para State, Brazil. The mining industry affects 31 percent of the indigenous territories of the Amazon, a jungle considered "the lung of humanity," as revealed on 27 October by a study by Ecociencia, the Ecuadorian subsidiary of the Amazonian Network of Georeferenced Socio-environmental Information (RAISG). EPA/Daniel Parananayba / HANDOUT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

Amazzonia: Bolsonaro, il mio governo protegge la foresta

Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, parlando in teleconferenza al summit del G20 ha dichiarato che il suo governo “protegge” l’Amazzonia, respingendo quelle che ha definito “critiche ingiustificate”.
“Continueremo a proteggere la nostra Amazzonia, il nostro Pantanal.

Contate sul mio Paese e sul mio popolo per rendere il mondo più sviluppato e sostenibile. Manteniamo l’impegno a preservare il nostro patrimonio ambientale e a perseguire lo sviluppo sostenibile”, ha affermato il capo di Stato.
Il tono del discorso di Bolsonaro stavolta è apparso meno aggressivo di quello pronunciato a settembre in apertura dell’assemblea generale dell’Onu, quando negò la presenza di incendi nella foresta tropicale.
Durante il suo intervento al G20, il presidente della Repubblica ha inoltre difeso l’agro-business brasiliano che, ha sostenuto, nutre 1,5 miliardi di persone in tutto il mondo e conserva intatta il 66% della superficie del suo Paese. Infine, senza nominare alcuna nazione in particolare, Bolsonaro ha ripudiato gli attacchi “ingiustificati” e “demagogici” che vengono lanciati contro le politiche ambientali del suo governo.

Circa Redazione

Riprova

Covid: allerta sulle varianti, dal Regno Unito quella più mortale

E’ allerta in tutto il mondo per la circolazione delle varianti del virus SarsCoV2 e …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com