Amazon battuto da Ortlieb in Tribunale: rivoluzione negli acquisti sul web?

Ortlieb batte Amazon in Tribunale. La Cassazione tedesca, infatti, ha dato ragione all’azienda di borse della bici con una sentenza che rischia di rivoluzionare gli acquisti sul web. Molte altre società potrebbero prendere esempio dall’imprenditore per fare causa alla multinazionale. La vicenda Ortlieb ha deciso di portare in Tribunale Amazon per vietare alla multinazionale di vendere i propri prodotti. L’imprenditore ha fatto notare che se qualcuno cerca le sue borse su Google accanto ai fornitori e ai negozi appare il sito di Amazon che commercializza anche prodotti di aziende concorrenti. Una situazione che non è piaciuta all’azienda tedesca che ha presentato ricorso in Cassazione. I giudici hanno dato ragione ed ora qualunque negozio online dovrà tenere conto di questo verdetto. “Se pubblicizzano i prodotti utilizzando Google – precisa l’avvocato della società – dovranno fare in modo che alla ricerca specifica corrisponda un’offerta specifica“.

 La società di Bezos ha commentato la vicenda con una ufficiale nella quale ha specificato la propria posizione e il proprio impegno per far emergere le aziende più pertinenti “Come altre aziende, stiamo utilizzando i nostri annunci per far emergere i prodotti più pertinenti da offrire attraverso i nostri siti. In questo modo, aiutiamo i nostri clienti a trovare i prodotti che desiderano. Riconosciamo questa nuova decisione da parte della Corte Federale, ma la stessa Corte ha recentemente deliberato una sentenza, in nostro favore, in merito alle ricerche sul nostro sito: rimaniamo fiduciosi che diventerà presto definitiva e vincolante”.

 Chi è Hartmut Ortlieb

Hartmut Ortlieb è un imprenditore tedesco che ha fondato la sua azienda nel 1981. La decisione di aprire questo negozio è arrivata dopo un lungo viaggio in bici in Inghilterra che lo ha portato a usare teli dei camion per produrre le sue borse. E non è la prima volta che l’imprenditore decide di portare in tribunale Amazon. Lo scorso anno (2018) aveva chiesto di escludere la concorrenza dalle ricerche fatte direttamente sul trio del colosso dello shopping online. Ma in quel caso la sentenza era stata sfavorevole. Ma la decisione della Cassazione potrebbe cambiare il mondo della vendita online. Altre aziende, infatti, potrebbero decidere di intraprendere la strada della Ortlieb e portare in causa Amazon. E il precedente della Germania rischia di giocare a sfavore della multinazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com