Aggredita e insultata Beatrice Ion, giocatrice paralimpica di basket

Beatrice Ion aggredita e insultata a Roma. Come raccontato dal ‘Corriere della Sera’, la giovane giocatrice paralimpica di basket ha vissuto momenti terribili nel pomeriggio di domenica 12 luglio 2020 quando un gruppo di persone l’ha offesa e invitata a tornare a casa perché straniera.

“Tralasciando le offese che mi ha fatto perché sono disabile – ha detto la ragazza – mi ha detto che siamo stranieri del ca*** e che dobbiamo tornare nel nostro Paese. Non dite che il razzismo in Italia non esiste perché io l’ho vissuto oggi dopo 16 anni che vivo qui e fa male. E’ la prima volta che mi capita una cosa del genere legata alla mia nazionalità“.

La 23enne ha ribadito di sentirsi italiana: “Vivo in questo Paese ormai da 16 anni, ho fatto tutte le scuole qui e continuo gli studi in una università italiana. Gioco nella nazionale e continuo gli studi in una università italiana. Gioco nella nazionale di basket in carrozzina e mi considero in tutto e per tutto italiana eppure sono stata aggredita. Saremo anche stranieri, ma abbiamo più dignità di voi. E voi che avete guardato il tutto senza alzare un dito vi dovreste vergognare“.

Attimi di paura con il padre che ha difeso la figlia. Il genitore è stato picchiato finendo in ospedale con zigomo e dente rotti. Un aggressione razzista, l’ennesima in Italia, che ha coinvolto una giocatrice paralimpica. Non è chiaro se la 23enne ha deciso di presentare denuncia per cercare di risalire all’identità dell’uomo autore di questa aggressione.

Solidarietà da parte del mondo del basket e dello sport italiano. Con la giovane che è pronta a tornare in campo per dedicarsi alla sua passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com