Agape 2020, Ordine Templare Nova Milizia Christi, svoltosi a Messina il 9 agosto

Si è svolta a Messina, il 9 agosto 2020,  l’Agape Rituale della Nova Militia Christi Ordine Templare dei Guardiani di Pace. Tutto si è svolto nella massima sicurezza, in ottemperanza alle norme vigenti in materia di manifestazioni, con tutti i volontari della Nova Militia Christi-Protezione Civile-impiegati per assicurare a tutti i partecipanti i  massimi standard di sicurezza,  tesi ad evitare il contagio da Covid-19.

I 130 partecipanti presenti all’Agape Rituale del 2020 sono stati affiancati da 20 volontari di Protezione Civile,  4 medici, 2 infermieri, 5 operatori BLSD, tutti a vigilare sulla manifestazione. Mascherine, disinfezione delle mani, distanza interpersonale di un metro tra i presenti, fatta salva la possibilità che riguardava i familiari.L’Agape è un convito fraterno, sacro banchetto rituale. Àgape o agàpe (in greco antico: ἀγάπη, agápē, in latino: caritas) significa amore disinteressato, fraterno, smisurato. L’agape per i cristiani delle origini era una pratica caritatevole consistente in un banchetto comunitario comprendente la messa, una comunione, espressione più in generale del legame di una comunità umana riunita insieme e vincolata dall’amore fraterno. L’Agape della Nova Militia Christi è una pietra miliare dell’Ordine e L’Agape del 2020 è stato principalmente anti-covid, svolta in tutta sicurezza, vera occasione per ridere, per riflettere e  per commuoversi. La Nova Militia Christi-Protezione Civile- della sede principale di Messina, nell’anno dell’Ordine 902, ha prestato la sua opera di comunione fraterna nell’assistenza offerta alla cittadinanza attraverso l’assessorato alla Protezione Civile, retto da Massimo Minutoli, con consegna di cibo presso le abitazioni dei messinesi,  di tablet presso scuole e residenze degli studenti,  assistenza telefonica presso la sede della Protezione Civile e protezione anti-incendi seguita con propri volontari.Va sottolineata la lodevole partecipazione del Gran Cerimoniere,  cav. Giuseppe Turiaco, che offriva spontaneamente e gratuitamente, nel periodo del lockdown, l’assistenza del suo personale per problematiche relative al settore edile, idraulico e altro. Al di là di tutto la missione principale dell’Ordine Templare rimane sempre,  e sempre sarà, di essere praticamente, e fraternamente vicino, a coloro che attraversano accidentalità e periodi di vita  legate alla sofferenza. L’obbligo è unico,  ed è quello di servire il fratello e il Signore con Umiltà. Per la cerimonia di investitura e pranzo di gala i Cavalieri indossavano abito scuro, papillon, mantello ed insegne. Le Dame e le postulanti indossavano abito elegante, mantello e insegne. La funzione religiosa

con l’investitura dei postulanti si è tenuta presso l’Hotel ‘Capo Peloro Resort’ celebrata  dal Cappellano dell’Ordine e dal Gran Maestro dell’Ordine  cav. Massimo Brigandì, coadiuvato da assistenti cerimoniali.  Sono stati iniziati cavalieri il sig.Calandra Sebastianella Basile, con Padrino il Gran

Cerimoniere Giuseppe Turiaco; il sig. Accorinti Francesco, con Padrino Cav. Uff. Accorinti Giuseppe; sig. Giugno Luigi Vincenzo, Padrino Cav. Uff. Accorinti Giuseppe; il sig. Moroni Romolo, il sig. Pasqualini Andrea, il sig. Cianciaruso Tommaso, Padrino Priore Luigi De Feo; sig. Di Carlo Salvatore, Vitale Bartolomeo, Di Nunzio Raffaele, Padrino Conte Salvatore Grimaldi. A fine funzione  vi è stato il rito di consacrazione, e di consegna dei mantelli ai postulanti,  che hanno percorso un vero e proprio cammino spirituale per cogliere, interiormente, che la consegna del mantello è segno di una particolare chiamata al servizio del sociale e della Chiesa. Finita la santa Messa vi è stata l’uscita dei cavalieri diretti agli  spazi dove era allestita la sala che, in fede alle norme anti-covid,  formavano una grande U, indicata per lasciare libero l’ingresso alle entità spirituali. Tutti  all’impiedi,  mentre si diffondevano nell’aria le note del Va’ pensiero. Dodici cavalieri guidati dal Gran Maestro entrarono in sala. ‘Quod bonum faustumque sit’, le parole formulate dal  Cav. Massimo Brigandì e ripetute da tutti i presenti. Iniziò così ritualmente l’Agape che esprimeva la pienezza dei doni della natura. Durante lo svolgimento del pranzo rituale c’è stata l’assegnazione delle cariche. Alla Dama Barbara Brugnoli è stata assegnata  la carica di Dama Ufficiale; la Dama Ufficiale Giovanna Cisari è divenuta Elemosiniere della Buona Terra di Lodi; la Dama Ufficiale Lucia Tabone svolgerà il ruolo di  Ambasciatrice di Lodi; il Cavaliere Foti Alfio diviene  Cavaliere Ufficiale; il Cav. Uff. Fedele Pasquale ricoprirà la carica di Balivo della Buona Terra di Piacenza; il Conte Salvatore Grimaldi diviene Priore della Buona Terra di Sicilia; il Cav. Uff. Accorinti Giuseppe ricoprirà la carica di  Priore della  Buona Terra di Calabria; il Cav. Uff. Foti Pietro divenuto Precettore della Buona Terra di Reggio Calabria.

Presenti alla cerimonia le delegazioni di Como, Rovigo, Lodi, Cevegnano d’Adda, Piacenza, Bologna, Lugo, Roma, Bari, Reggio Calabria, Siracusa, Ragusa, Catania, Palermo, Fiumefreddo, Messina, Palmi. Presenti delegazioni provenienti dalla Svizzera e dalla Germania.

Sabato, 8 agosto, sono stati premiati tutti i volontari iscritti alla protezione civile della Nova Militia Christi-Protezione Civile- per l’impegno dimostrato durante l’anno.

C’è stato poi il taglio della torta con il logo dell’Ordine Nova Militia Christi.

Tutti i partecipanti alla manifestazione hanno sottoscritto una autodichiarazione vai sensi del d.p.cm. del 17 maggio 2020 e dell’art. 3 dell’ordinanza 21/2020 del presidente della Regione Siciliana. Linee guida e ristorazione.

Autodichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. 445/2000

Generalità e varie

DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’

➢ di non essere sottoposto/a alla misura di quarantena ovvero di non essere risultato/a positivo al COVID19, ovvero, in caso di iniziale positività al COVID-19, di avere superato i successivi controlli risultando

negativizzato/a al COVID-19;

➢ di non essere stato/a a contatto negli ultimi 14 giorni con persone risultate positive al contagio da COVID19

➢ di non aver avuto negli ultimi 14 giorni sintomi riconducibili alla presenza d’infezione da COVID-19;

➢ (da compilare in caso di prenotazione di un tavolo dove le persone sedute siano tra loro conviventi) di

essere convivente con le seguenti persone, sedute al mio stesso tavolo: ___dati….__________________________

_____________________________________________________________________

Prima del taglio della torta commemorativa che ha chiuso l’Agape

Cerimoniale si è dato corso alle premiazioni.Foto di Federica Arena, Dama  della Protezione Civile.

Cocis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com