Afghanistan tra guerre e elezioni

Si terrano sabato prossimo le elezioni presidenziali in Afghanistan. Inizialmente previste per lo scorso 20 aprile, sono state rimandate per ben due volte, principalmente per via della tensione tra le forze internazionali e i talebani, che da anni logora il Paese. Non si può nemmeno escludere che vengano posticipate nuovamente, considerati gli attacchi che si sono verificati la settimana scorsa e anche in seguito ai quali sono stati schierati 900 poliziotti in tutto il Paese. I candidati sono 18, tra cui anche i due principali sfidanti alle elezioni del 2014, Ashraf Ghani e Abdullah Abdullah. Allora, dal momento che entrambi reclamavano la vittoria, si decise di assegnare al primo la presidenza, e al secondo un ruolo creato ad hoc, quello di Capo esecutivo della Repubblica afgana. In ogni caso, chiunque vincerà dovrà comunque fare i conti con una difficile trattativa con i talebani e il probabile imminente abbandono del territorio da parte degli Stati Uniti, dopo 18 anni di occupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com