Adescava minori online, arrestato speaker radiofonico

Produzione di materiale pedopornografico e violenza sessuale. Queste le accuse che hanno portato all’arresto del conduttore radiofonico Andrea Piscina, 25 anni, un programma su Rtl 102.5. Lo ha anticipato il sito del Corriere della Sera. L’inchiesta del pm milanese Giovanni Tarzia ha portato al provvedimento di custodia cautelare: all’interno dei dispositivi del 25enne sono state trovate oltre mille immagini e chat di contenuto pedopornografico. Il 25enne, stando alle indagini del pm Giovanni Tarzia e dell’Unità investigazioni e prevenzione Nucleo Crimini Informatici e Telematici della Polizia Locale di Milano, avrebbe intrattenuto rapporti, anche attraverso videochiamate, con bambini tra i 9 e i 14 anni, adescati sul web e fingendo di essere una ragazzina chiamata Alessia. E chiedeva così ai minori di compiere atti sessuali promettendo di sbloccare la propria telecamera e farsi vedere nuda dai minori online. Una delle vittime, stando agli accertamenti, sarebbe stata agganciata da Piscina non sul web, ma nella sua attività in una polisportiva.

Circa redazione

Riprova

Rivolta in carcere a Venezia: «Detenuti armati di spranghe» seminano il caos

“Gravi disordini ci sono stati presso la casa circondariale di Venezia Santa Maria Maggiore, dove …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com