Ad Aosta il premio internazionale “La donna dell’anno”

 

Ad Aosta torna il Premio internazionale “La donna dell’anno” che sarà assegnato alla vigilia dell’8 marzoe promosso dal Consiglio regionale della Valle d’Aosta. Giunto alla sedicesima edizione, è dedicato alla valorizzazione del ruolo della donna nella società, nella cultura, nel mondo del lavoro e della politica.  Tema centrale quest’anno sono i diritti umani senza frontiere. Le candidature dovranno pervenire entro il 15 febbraio e possono essere presentate da componenti di tutte le assemblee legislative regionali, nazionali e internazionali, dai Soroptimist international Clubs, da associazioni femminili e di stampa nazionali e internazionali, ma anche da altri soggetti che ritengano di averne titolo. Il Premio “La Donna dell’Anno” consiste in una somma in denaro pari a 30.000 euro. È poi previsto il riconoscimento “Popolarità”, del valore di 10.000 euro, per la finalista più votata dal pubblico su internet. Tutte le somme in denaro dovranno essere destinate alle attività che hanno determinato la nomina a finaliste del Premio. Sarà inoltre attribuita una menzione speciale ad una donna valdostana che si sia particolarmente distinta in attività mirate alla valorizzazione del ruolo della donna. La giuria del Premio – presieduta dal Presidente del Consiglio Valle, Emily Rini, e composta da un massimo di sette personalità del mondo delle scienze, dell’economia, della comunicazione e del terzo settore  nominerà la vincitrice, scelta tra una rosa di nomi, che può variare da un minimo di otto a un massimo di dieci, scelta da una giuria di selezione. La cerimonia finale del Premio, organizzato con il patrocinio del Ministero degli affari esteri e in collaborazione con il Soroptimist international Club Valle d’Aosta,   è in programma il 7 marzo al Teatro Splendor di Aosta. L’anno scorso il prestigioso riconoscimento era stato assegnato a Caddy Adzuba Furaha, giovane giornalista congolese “per l’impegno quotidiano nel denunciare le violenze sulle donne e sui bambini e per dare voce ai senza voce”. Il Premio internazionale Donna dell’Anno nasce nel 1998 per iniziativa del Consiglio regionale della Valle d’Aosta. Le protagoniste sono donne con storie di impegno, di solidarietà, di fedeltà ai propri ideali. Storie, talvolta, di grande sofferenza, ma anche di grande gioia nel mettersi al servizio degli altri, dei più deboli, della libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com