Acea nuovo partner della Fondazione del Teatro dell’Opera di Roma

 

 

Il 13 dicembre nella splendida cornice della sala dell’Esedra di Marco Aurelio dei Musei Capitolini la Sindaca di Roma Virginia Raggi con il Sovrintendente della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma Carlo Fuortes e la Presidente di Acea Michaela Castelli hanno annunciato l’ingresso del Gruppo Acea come nuovo partner e membro della Fondazione del Teatro dell’Opera di Roma Il nuovo partenariato vedrà iniziative di collaborazione per la promozione della cultura di Roma, in particolare per il sostegno della musica lirica e della danza classica.

 La Sindaca Raggiha così presentato l’iniziativa: “Come sapete il settore delle fondazioni lirico sinfoniche negli ultimi anni non ha vissuto un periodo molto semplice, questa è invece una storia diversa, il Teatro dell’Opera di Roma sta andando in controtendenza, Acea entra ufficialmente all’interno del consiglio di indirizzo diventando un partner strategico della fondazione.

Si tratta di un grande successo, una multiutility come Acea, tra le più grandi in Italia, strategica nel settore idrico, dell’energia e dell’ambiente ha scelto di puntare sul Teatro dell’Opera perché crede nella Fondazione, grazie ai risultati degli ultimi anni, il Teatro ha ricominciato a correre, con delle produzioni di altissimo livello, la scorsa settimana è stato presentato al pubblico il nuovo direttore musicale il M° Gatti. Un passo dopo l’altro si sta portando il Teatro ad essere una grande eccellenza non solo nel panorama romano, ma anche in quello italiano.

Questo è l’inizio di un percorso che porterà una partecipazione interessante, perché sapere che un player importante come Acea decide di investire e puntare su qualcosa che è un po’ al di fuori degli schemi, ma che ha un altissimo valore anche simbolico nella città di Roma come il Teatro dell’Opera è solo un preludio ad una collaborazione estremamente spumeggiante.

Le iniziative individuate verranno svelate nel corso del tempo e non potranno che portare beneficio alla città.”

 La Presidente di Acea Michaela Castelli: “Acea è storicamente vicina a Roma e al suo territorio con iniziative di carattere culturale e soprattutto artistico che vanno preservate e sviluppate a beneficio del territorio. Roma è una città che merita il suo teatro di eccellenza.

Questa iniziativa è stata finanziata attraverso dei restauri che l’azienza è riuscita a sistematizzare nel corso degli anni precedenti, nel corso dello scorso anno in particolare, attraverso iniziative interne di sponsorizzazione e comunicazione che sono state sviluppate e hanno consentito all’azienda di preservare risorse economiche.

Questa è la prima tappa di un lungo percorso, il rapporto di collaborazione sarà sempre più stretto, sempre più vivave e sempre più innovativo perché il Teatro dell’Opera di Roma possa diventare sempre più non solo una realtà locale, ma una realtà nazionale come questa città merita.

Per quanto riguarda l’importo l’operazione è passata attraverso la decisione del comitato esecutivo di Acea che è un organo interno alla società e l’erogazione prevista per questo primo anno è di 1.000.000 di euro. Queste sono iniziative che hanno una buona probabilità di riuscita e si regoleranno di anno in anno a seconda di quelle che saranno le capienze delle casse della società. Al momento l’azienda sta andando molto bene attraverso una grossa operazione di efficienza si stanno recuperando delle risorse da destinare al territorio attraverso ogni iniziativa ritenuta meritevole per poterlo valorizzare. L’azienda lo sta dimostrando da tempo e questo rapporto è evidente anche ai cittadini.”

 Il Sovrintendente Carlo Fuortes: “Questo è un grande traguardo a cui la Sindaca ha lavorato, era molto importante per il nostro teatro avere un socio privato dell’importanza di Acea, è un’azienda vicina ai cittadini, che viene vista come un’azienza amica. Fa un servizio pubblico essenziale e il Teatro dell’Opera vorrebbe fare la stessa cosa, un servizio pubblico che si vorrebbe fosse essenziale come l’acqua e l’energia per lo sviluppo di una collettività civile e sociale, lo sviluppo di un’intera città.

Questa partnership è arrivata ora dopo una fase molto positiva del teatro in cui sono raddoppiati gli incassi, il che vuol dire che è raddoppiato il pubblico sempre più vicino al teatro, apprezzando quello che viene proposto. La collaborazione con Acea consentirà di allargare ulteriormente questo rapporto con il pubblico. Verranno presentate azioni culturali, di co-marketing, c’è una grandissima possibilità di sviluppo futuro, è un rapporto che continuerà nei prossimi anni, non è una cosa sporadica, è un processo strategico.”

Loredana Margheriti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com