Abolizione finanziamento ai partiti, Letta: Non faremo passi indietro

I tesorieri dei due principali partiti della maggioranza di larghe intese non vogliono proprio sentire parlare dell’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. A loro si è aggiunto anche Sel in un accordo bipartisan che, quando si parla di soldi, riesce ad eliminare ogni barriera o steccato ‘ideologico’. Loro vogliono ‘impallinare’ il ddl del governo su cui pesano ben 150 emendamenti. Ma il presidente del consiglio non ci pensa proprio a fare un passo indietro. E con un twitt precisa la posizione del governo. “Non faremo passi indietro sull’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Il ddl che abbiamo presentato è una buona riforma. Perché bloccarlo?”. Il premier fin dal suo discorso di insediamento ha sottolineato come questo provvedimento sia indispensabile. Ma bisogna smussare i veti incrociati per evitare lo stallo su ddl varato dal governo.

La commissione Affari costituzionali inizia l’esame dei 150 emendamenti, presentati da tutte le parti politiche, per far approdare il provvedimento in aula il 26 luglio, come stabilito dalla conferenza dei capigruppo. Se non si riuscirà a trovare un’intesa, slitterà tutto a settembre. Il ministro Quagliariello rassicura: “Non è il caso di tergiversare e non siamo disponibili ad un rinvio alle calende greche”. Ma restano le distanze sul ruolo dei partiti e il loro finanziamento. Spiega Roberto Speranza,  capogruppo Pd: “Ci sono vari livelli di distanze tra le forze politiche e dentro le stesse. Per esempio sulla vicenda della democrazia interna: noi siamo molto spinti, Pdl e M5S sono molto cauti. E anche sul 2 per mille le posizioni sono ancora molto distanti”.  Sul tema interviene anche Daniela Santanché, deputata del Pdl, che avverte: “Non facciamo scherzi agli italiani, che ora tirano la cinghia: ognuno cammini con le proprie gambe, abolire il finanziamento ai partiti”.

Circa redazione

Riprova

Governo Meloni e successi raggiunti, tra lotta all’immigrazione clandestina e rimpatri, come certifica il Viminale

Sulla lotta all’immigrazione clandestina e sugli sbarchi il governo Meloni sta facendo sul serio. E …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com