730 precompilato: entro domani l’opzione spese sanitarie

Ultimi giorni per i contribuenti che vogliono opporsi all’utilizzo delle spese sanitarie nella dichiarazione dei redditi precompilata: l’opzione è esercitabile fino a domani, attraverso il sito del Sistema Tessera Sanitaria utilizzando le credenziali Fisconline o la Carta Nazionale dei Servizi (Area Riservata – Servizi Assistito SSN – Cittadino) e selezionando le singole voci di spesa che non si vuole che siano inserite nella dichiarazione dei redditi precompilata.

Il termine rappresenta una proroga rispetto alla scadenza ordinaria del 28 febbraio, concessa in considerazione del fatto che quest’anno è stato spostato (dal 31 gennaio al 9 febbraio) il termine per comunicare i dati da parte di enti e professionisti che erogano le prestazioni: ospedali, aziende sanitarie locali, istituti di ricovero e cura, policlinici universitari, farmacie pubbliche e private, presidi di specialistica ambulatoriale, iscritti all’albo dei medici chirurghi e odontoiatri, esercizi commerciali che svolgono attività di distribuzione al pubblico di farmaci (para-farmacie), iscritti agli albi professionali degli psicologi, degli infermieri, delle ostetriche/i, dei tecnici sanitari di radiologi.

Ricordiamo che non è più possibile esercitare l’opzione comunicandola direttamente all’Agenzia delle Entrate tramite apposito modello: il termine per questa procedura è scaduto il 31 gennaio scorso. Il contribuente che esercita l’opzione, negando l’utilizzo dei dati sanitari, non avrà i dati inseriti in dichiarazione dei redditi con le relative detrazioni, anche se è fiscalmente a carico di un familiare. Potrà inserirli personalmente nel 730 o nel modello Redditi (ex Unico) per avere le detrazioni, modificando la dichiarazione precompilata.

 La dichiarazione precompilata sarà a disposizione dei contribuenti dal prossimo 15 aprile e, dal successivo 2 maggio, sarà possibile inviarla (con o senza modifiche). Il termine per la presentazione del 730/2017 è il 23 luglio per la presentazione diretta all’Agenzia delle Entrate e il 7 luglio per chi invece si avvale dell’intermediazione di un CAF o di un professionista.

Circa Redazione

Riprova

Cashback di Natale: quando sarà necessario lo SPID

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto 156 del 24 novembre 2020 del Ministero dell’Economia e delle …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com