‘Saggi’: riforma elettorale e taglio deputati: i parlamentari diventano 470

I dieci saggi, nominati da Napolitano, sono al lavoro. Altri due giorni e poi dovranno riferire al Capo dello Stato, per chiudere la relazione e portare sul tavolo del Quirinale le loro proposte. In primis gli esperti si stanno occupando del ‘taglio’ dei deputati, che passano a 470 e poi c’è la riforma della legge elettorale, verso modifica del Porcellum. Secondo quanto emerge dalle prime indiscrezioni, sarebbe stato raggiunto l’accordo  sulla riduzione dei costi della politica: il Senato diventerà una Camera delle Regioni: i costi saranno a carico di queste ultime.

Incontri dei dieci ‘saggi’. Oggi si svolgeranno altre riunioni a Palazzo Sant’Andrea, delle due commissioni economica e istituzionale, domani invece ci sarà l’incontro in plenaria per chiudere i testi. Venerdì i dieci ‘saggi’, saranno chiamati  ad indicare le riforme in campo istituzionale ed economico per facilitare la nascita del governo, e consegneranno il loro lavoro al Presidente della Repubblica. Altre riforme sulle quali stanno lavorando i dieci esperti vedono la riforme di delle liberalizzazioni e rimodulazione del Welfare e del fisco. L’attenzione maggiore, comunque, è posta verso i quattro ‘saggi’ istituzionali: Mauro (Scelta civica), Onida,Violante (Partito democratico), e Quagliariello (Popolo della Libertà), che hanno trovato un accordo sulla revisione dei regolamenti parlamentari e sul taglio dei costi della politica. Dall’altro lato e, quindi sulla riforma della legge elettorale e della forma di governo, ci sarebbe ancora disaccordo.

Il ‘Porcellum’. Fonti parlamentari parlano di un punto fermo relativo alla presentazione delle proposte dei quattro ‘saggi’:  non  una legge ma una enunciazione dei principi. Il primo, sul quale concordano tutti, è che “il Porcellum va cambiato”. Il “principio di governabilità” e “il principio di libera scelta del cittadino” potrebbe vedere: la scelta del cittadino, preferenze, liste corte o primarie per legge. Intanto, potrebbe esserci la conferma del premio di maggioranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com