La trasparenza di un Fantasma di Alessandro Arrigo

 

La trasparenza di un Fantasma di Alessandro Arrigo

Intervista all’artista

Durante l’inaugurazione della mostra fotografica La Trasparenza di un Fantasma a cura di Oriana Picciolini, incontriamo l’autore del progetto fotografico Alessandro Arrigo. La mostra è ospitata nel Centro Culturale Argentino in via degli Altoviti 4 a Roma e inserita nel calendario del Mese della Fotografia

 

Che cosa è La Trasparenza di un Fantasma ?

 

  1. Questo è un racconto fatto di fotografie e testo. Ho voluto dare forma visiva all’energia che abbandona il corpo in un particolare momento della nostra vita, che ci accomuna tutti, la fine dell’esistenza come corpo. Questa energia, che dal punto di vista religioso è l’anima, in questa mia narrazione inizia un nuovo ciclo, tornando a far parte di quello che ci circonda e rafforzando l’energia intorno a noi. E’ parte di un progetto più complesso che porto avanti da diversi anni che si chiama “Piccole Foglie”.

 

Cosa sono queste “Piccole Foglie” ?

 

  • Piccole Foglie è una raccolta di questi progetti fotografici dove unisco l’immagine al testo dando un senso compiuto con pochi elementi. Sono un grafico e illustratore solitamente uso la matita, il pennello o la tavoletta grafica. La fotografia è uno strumento che uso per questi progetti per raccontare dei mie stati d’animo o qualcosa a cui voglio dare forma. In certi casi ricordano gli haiku (俳句 componimenti poetici giapponesi generalmente composti da tre versi. Ammetto che mi fu fatto notare questa similitudine anni fa e io non sapevo cosa fossero mi sono dovuto documentare e ho imparato e cominciato ad amare questa forma di componimento.

Tornando al progetto esposto, come sono state realizzate le fotografie ?

 

  1. Per questi racconti di solito ho usato le macchine fotografiche dall’analogica alla digitale, dalla polaroid alla lomo fino al cellullare. Dipendeva dall’effetto finale che desideravo. In questo caso per la “Trasparenza di un Fantasma”, ho utilizzato la carta fotografica per poi svilupparla io stesso. Studiavo prima le ombre degli oggetti su un foglio di carta e quando accendevo la luce rossa sostituivo con quella che avrebbe fatto “apparire” le immagini. Questa manipolazione della luce, del movimento fa si che le sagome di oggetti inanimati collocati tra la sorgente luminosa e la carta fotografica prendono vita creano queste immagini oniriche che era il risultato che volevo.

Ci sarà la possibilità di vedere qualche altro di questi progetti fotografici ?

 

  1. Forse, qualche anno fa una piccola parte di loro era diventato un libro d’autore in tiratura limitata e firmata.

 

 

 

All’inaugurazione avete avuto ospite Andrea Pugliese ?

 

  • Con Andrea ci siamo conosciuti lavorando su un progetto di comunicazione per un ente pubblico. Siamo diventati amici e ho realizzato alcune delle copertine dei suoi romanzi. Visto che questo progetto è di narrazione ho pensato che era la persona giusta per parlare di cosa significhi oggi usare la narrazione per migliorare il nostro lavoro, per educare, vendere o abbattere pregiudizi. Lui è un consulente e formatore nell’ambito della progettazione di esperienze e di storytelling strategico. Collabora nell’ideazione di percorsi di senso per spazi immersivi. Progetta narrazioni per la valorizzazione dei beni culturali e dei territori oltre ad essere autore di romanzi, saggi, raccolte di racconti, biografie. Mi ha fatto un grande regalo e spero che sia stato apprezzato da chi è passato quel giorno.

 

 

Fino a quando sarà possibile visitare la mostra ?

 

  1. Questo progetto è ospitato dal Centro Culturale Argentino Culturtango a Roma. Sarà esposta fino al 21 Marzo 2019. Gli orari di apertura sono sono dalle 17 alle 21 ma è sempre meglio informarsi su culturtango@gmail.com o direttamente dalla curatrice Oriana Picciolini selezione.eude@gmail.com
  2. Le fotografie dell’inaugurazione sono di Denisa Ghe
  3. Video di Antonio Totaro
  1. Barbara Lalle

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com