Il ciclone Oswald provoca 3 vittime nel Queensland

28 gennaio 2013

Australia – Il passaggio del ciclone Oswald, nel Queensland, ha causato 3 morti come riportano le fonti della Bbc. Le forti piogge hanno colpito nel nord est dell’Australia, qui centinaia di casa sono state allagate e la città di Bundaberg, in attesa della più grave inondazione della sua storia, ha già emesso ordini di evacuazione in diverse zone. A Brisbane, la capitale dello stato, sono a rischio circa 5.000 tra case e terreni. Il primo ministro australiano Julia Gillard, parlando da Gipsland – dove ha visitato le popolazioni afflitte dai recenti incendi – , ha detto che l’intero paese in questo momento “é messo alla prova dalla natura”. “Ma siamo una nazione forte ed intelligente e insieme ce la faremo”, ha aggiunto la premier.


Le Quirinarie entrano nella fase calda

L’opinione pubblica vuole un Presidente autorevole, conosciuto dentro e fuori i confini.
Nessun italiano augura al successore di Napolitano di affrontare le crisi istituzionali toccate in sorte al predecessore. Ma la fase storica che il Paese attraversa, con un’instabilità finanziaria latente e che potrebbe essere acuita dal risultato delle elezioni in Grecia, suggerisce la scelta di un Presidente autorevole e conosciuto dentro e fuori i confini nazionali. In controtendenza a quanto voluto dall’opinione pubblica il nostro Premier Renzi in modo esplicito ha tratteggiato la figura del futuro Presidente della Repubblica a cui pensa: un arbitro, certamente saggio, ma con ruolo limitato dalla nuova legge elettorale, che grazie al ballottaggio designa il vincitore e designa nel contempo il perimetro di …

La vignetta

vignetta