Il ciclone Oswald provoca 3 vittime nel Queensland

28 gennaio 2013

Australia – Il passaggio del ciclone Oswald, nel Queensland, ha causato 3 morti come riportano le fonti della Bbc. Le forti piogge hanno colpito nel nord est dell’Australia, qui centinaia di casa sono state allagate e la città di Bundaberg, in attesa della più grave inondazione della sua storia, ha già emesso ordini di evacuazione in diverse zone. A Brisbane, la capitale dello stato, sono a rischio circa 5.000 tra case e terreni. Il primo ministro australiano Julia Gillard, parlando da Gipsland – dove ha visitato le popolazioni afflitte dai recenti incendi – , ha detto che l’intero paese in questo momento “é messo alla prova dalla natura”. “Ma siamo una nazione forte ed intelligente e insieme ce la faremo”, ha aggiunto la premier.


La Merkel alle prese con i flussi migratori ed ai rigurgiti di un neonazismo xenofobo

L’atroce morte in Austria di settantuno poveri cristi è una strage all’interno dell’Europa e del mondo germanico. L’opinione pubblica tedesca è molto scossa e preoccupata dai sempre più frequenti episodi di neonazismo xenofobo. La Cancelliera tedesca, timoniera instancabile della nave europea, non può rimanere insensibile al problema dei flussi migratori. Soprattutto la Merkel ha capito che il problema della migrazione incontrollata, se non ben gestita, può rappresentare per l’Europa un pericolo ben più concreto di qualsiasi crisi finanziaria. Berlino si rende conto che questa innanzitutto è una priorità di natura politica che, se trascurata o sottovalutata, può alimentare strumentalizzazioni populiste, già ampiamente presenti all’interno dei paesi dell’UE, che potrebbero distruggere i precari equilibri tra gli stati che ne fanno parte. …

La vignetta

vignetta
  • Contoinuando a navigare su questo sito, accetti l'uso dei cookies. Maggiori informazioni

    The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

    Chiudi