Andrea Viscardi, Intesa Popolare. “Pressione fiscale eccessiva, giusto l’allarme della Corte dei Conti”

5 febbraio 2013

Finalmente anche la Corte dei Conti si accorge che in Italia la pressione fiscale è fuori linea nel confronto europeo e favorisce le condizioni per ulteriori effetti recessivi. Se si continua su questa strada il nostro paese rischia di imboccare il lunghissimo tunnel della recessione senza possibilità di vedere la luce”. E’ quanto dichiara Andrea Viscardi, candidato al Senato in Campania con Intesa Popolare. “E’ giunto il tempo di invertire la rotta: bisogna partire da una lotta senza quartiere alla corruzione e all’evasione e dare respiro alle famiglie e al mondo produttivo alleggerendo la pressione fiscale. Noi di Intesa Popolare proponiamo un sistema basato più sulla fiscalità indiretta rispetto a quella diretta. In altri termini, si tratta di dare a tutti i cittadini la possibilità di detrarre le spese e di pagare le imposte dirette solo sul reddito rimasto; in questo modo si otterrebbe l’emersione della stragrande maggioranza dell’economia “in nero” e si recupererebbero entrate fiscali senza nessun bisogno di perseguitare i cittadini. E’ questa la strada giusta da intraprendere – conclude Andrea Viscardi – per rimettere in moto l’economia”.


Non è assolutamente uno scandalo tagliare del 2%

Da quando è stato innovato il Titolo V della Costituzione, la spesa in un solo decennio è aumentata del 45%.

I Presidenti delle Regioni minacciano tagli alla Sanità. Argomento a cui spesso fanno riferimento per avere il sostegno dei cittadini, ma quest’ultimi dovrebbero quantomeno essere resi edotti su come vengono spesi i soldi. Nel 2000, prima dell’entrata in vigore del Titolo V , la spesa sanitaria ammontava a 70  miliardi, nel 2015 ammonterà a circa 112 miliardi. Alcuni Presidenti obiettano che le condizioni di vita sono cambiate e che la nostra sanità è tra le prime in Europa, escludendo chiaramente il vergognoso divario che c’è tra Nord e Sud, dove le spese sono superiori a fronte di servizi scadenti, per cui …

La vignetta

vignetta
  • Progetto Italia Video